1 0 3000 300 120 30 http://www.confiniselvaggi.com 960 0
site-mobile-logo
site-logo

A mare il prossimo

Come ti senti quando fuori ci sono 35 gradi e arrivi a casa di corsa per farti una doccia ma manca l’acqua? E come ti senti quando sei sulla metro e appena sceso non vedi l’ora di arrivare a casa […]

Come ti senti quando fuori ci sono 35 gradi e arrivi a casa di corsa per farti una doccia ma manca l’acqua?
E come ti senti quando sei sulla metro e appena sceso non vedi l’ora di arrivare a casa a lavarti perché ti senti sporco ma giunto a casa manca l’acqua?
E come ti senti se devi uscire con qualcuno che ti piace un sacco e vai a farti la doccia ma manca l’acqua?
E se dentro casa ci sono sempre 35 gradi e provi ad accendere il condizionatore e ti accorgi che non funziona, come ti senti?
E quando sei al mare e stai sudando ma non puoi farti il bagno perché l’acqua è sporca, come ti senti?
E come ti senti quando stringi la mano a qualcuno e non vedi l’ora di lavarla ma vai in bagno e non c’è acqua?
E se ti scappa la pipì, sei fuori casa, trovi finalmente un bagno ma una volta arrivato è occupato, come ti senti?
E quando finalmente si libera ed entri nel bagno ma la tavoletta è sporca, come ti senti?
Ora prova a pensare a una nave con 42 persone buttate per terra.
Caldo, sudore, bagno comune.
Ora come ti senti?
Io dico che se queste immagini ti scivolano addosso ti senti bene, ma se minimamente hai provato disgusto, ti senti una merda.
E sai cosa ti dico? Ti dico che mi auguro tu ti senta una merda, così forse – ma molto forse- inizierai a capire che su quella nave, a quel caldo, in quel bagno occupato e sporco, tutto sudato, senza acqua, potresti esserci tu.

Precedente
La difesa è sempre ...
Successivo
Io ci sono